Demo

Un’alt(r)a concezione di fumetto supereroistico

Demo
328 pagine, bianco e nero, novembre 2006, € 18
Bottero Edizioni/Double Shot
Contenente Demo Vol. 1 1-12 pubblicati da Ait/Planet Lar

Questa recensione è di Claudio Mauricio Crimi Trigona
ed è stata pubblicata sul sito UBCfumetti
il 6 gennaio 2007

La seguente versione è riveduta e corretta dall’autore

Copertina di
Demo
Disegno di Becky Cloonan
© 2004 Ait/Planet Lar© 2006 Bottero Edizioni-Double Shot

Il cuore libero dei mutanti

Capita sempre più spesso di leggere comics le cui storie trattano di giovani mutanti che manifestano per la prima volta i propri poteri e, purtroppo, si constata di quanto poco vengano trattate le psicologie dei singoli personaggi. Si ha sempre a che fare con ragazzini che immediatamente familiarizzano con devastanti emissioni energetiche o letture telepatiche al limite dell’imbarazzante.

Disperazione mutante

Demo si discosta in con delicatezza da questi cliché sensazionalistici, tipici del mainstream fumettistico statunitense fatto di scontri con supermalvagi e tutine aderenti e sgargianti. I protagonisti di Demo, tutti giovanissimi e disadattati, vivono la loro condizione di mutante con la frustrazione tipica dell’emarginato, dell’asociale.

Copertina di
Demo 8
Disegno di Becky Cloonan
© 2004 Ait/Planet Lar

Adolescenti che amano disperatamente e che desiderano in modo angoscioso un’ integrazione nella comunità che con la sua indifferenza li obbliga ad abbandonarsi a reazioni a volte dolcissime ma a altre volte devastanti. Quando succede che le conseguenze di queste manifestazioni energetiche uccidano involontariamente fuggono disperati in cerca di una salvezza che non può arrivare. Altre volte riescono a superare la pubertà raggiungendo una pace che è solo fittizia e che copre un passato fatto di vendette e rancori. Dodici episodi, dodici frammenti di vita disperata che partono con le prime esplosioni distruttive e lentamente, episodio dopo episodio, migrano dal racconto tipicamente mutante a momenti più rarefatti. È un lento calare verso la ballata contornata da frasi romantiche e immagini quotidiane e che culmina in un gesto finale difficile da interpretare ma comunque liberatorio.

“Mon dernier jour avec toi”
Demo 12
Tavola 20
Disegno di Becky Cloonan
© 2004 Ait/Planet Lar

Short comics

Brian Wood utilizza un metodo narrativo più legato alla letteratura americana propria di Carver e Auster quindi lontanissima dalle lunghisime saghe a cui ci hanno abituato Claremont o Lobdell e che ci regala uno stile più vicino ai gusti europei della scuola franco/belga senza però raggiungere il distacco che contraddistingue i suoi colleghi del vecchio continente. C’è una passione straziante in Demo. Passione e amore che trasudano da ogni singola didascalia, da ogni disegno.

Copertina di
Demo 11
Disegno di Becky Cloonan
© 2004 Ait/Planet Lar

Escludendo qualche leggerissima ingenuità di sceneggiatura questa sensibilità è veramente inusuale per un comic americano. Anche il tratto di Becky Cloonan colpisce. A volte ispirato ai manga, altre volte alla scuola Vertigo, quasi sempre dominato dall’uso dei retini ad esclusione degli episodi più ispirati, che sono invece sostenuti da un bianco e nero accecante, tipico del fumetto underground.

Da assaporare

Grazie alla brevità degli episodi e alle loro atmosfere decadenti il volume scivola via leggero e quasi non ci si accorge di finirlo. Solo allora è utile ricominciarlo, magari leggendo gli episodi a distanza di tempo l’uno dall’altro. In questo modo, dopo che le singole storie si sono sedimentate nella nostra memoria Marie, Steve, Samantha, Sean, James e gli altri undici ragazzini vi apparterranno intimamente
e vi sarà difficile dimenticarli.

Screenshot della pagina web di UBC contenente la recensione
originale che si trova al link
http://www.ubcfumetti.com/comics/?13268
© CMCT e UBCfumetti

Pubblicato da Claudio Mauricio Crimi Trigona

Scrittore, blogger e sceneggiatore. https://www.cmct.it https://ovviology.wordpress.com/ https://immaginidanzantiworpress.news.blog/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: