X-Men Per Sempre

The Final cut

Un tuffo nel futuro passato con
Christopher Claremont

Questa articolo è stato scritto da
Claudio Mauricio Crimi Trigona
per il sito UBCfumetti
ed è stata pubblicato il 10 agosto 2010

La seguente versione è riveduta e corretta dall’autore

X-Men Forever n. 1
Disegno di Arthur Adams
© Marvel Comics / Panini Comics

È un po’ di tempo che Claremont è tornato alla Marvel eppure, escludendo qualche raro esempio tra cui spicca il meraviglioso Uncanny X-Men 467, non aveva dato prova d’essersi ripreso da quello che possiamo definire tranquillamente quer pasticciaccio brutto la decisione delle alte sfere Marvel d’escludere il grande scrittore dalla gestione delle collane mutanti avvenuto nel 1991.

Ora, a quasi vent’anni di distanza, da quando ho letto X-Men Forever 1, è successa una cosa molto strana: non faccio altro che rileggermi le storie che Claremont scrisse tra il 1987 e il 1991 perché ancora oggi le trovo ancora bellissime e intriganti.

Esattamente come è X-Men Forever:
splendide storie dal ritmo infernale, piene di colpi di scena e accadimenti stravolgenti!
E questo nonostante certi dettagli generino un senso di deja-vu ma che altro non sono idee di Claremont rimaste nel cassetto e sfruttate in modo disordinato e senza alcun mestiere dagli editor successivi alla sua partenza dalla Marvel, ottenendo risultati decisamente scadenti quali Wolverine: nemico pubblico nonostante autori di spicco.

Oggi invece storie e personaggi ci sono tutti e allora via con la nostalgia. Logan è di nuovo un cane sciolto, aggressivo e violento nel difendere la propria famiglia, Jean Grey è ancora la donna che ha avuto per estensioni Fenice e l’infernale Maddy, Tempesta ha nuovamente il fuoco nelle viscere e la sua furia è tornata totale.

Insomma un tuffo in un passato alternativo. Apparentemente c’è un unico neo: sembra che Claremont abbia avuto troppa fretta nel riversare in queste storie le tante, idee e suggestioni e non ha dedicato spazio ai momenti riflessivi che rendevano gli X-Men memorabili.

Solo riflettendo bene si può comprendere questo suo modus: vista la precedente esperienza coi Dirigenti Marvel, l’autore ha voluto sparare subito tutte le sue cartucce prima che la collaborazione finisse per mere questioni economiche. Errare humanum est, perseverare autem diabolicum e ricadere nella stessa trappola tesagli in passato non sarebbe per Claremont solo diabolico ma assolutamente stupido.

Altro dubbio: tanto son diversi i personaggi attuali che quelli rappresentati da Claremont appaiono più puerili rispetto a come erano nel 1991 e questa superficialità traspare anche nelle storie. È evidente che i tempi sono cambiati e il medium fumetto supereroistico si è evoluto basandosi ora su nuovi ritmi narrativi. Per questo le storie di X-Men Forever non sono più in sintonia col pantheon mutante Marvel, perché tutta la produzione attuale non ha più alcun legame con quello che per decenni è stato un fumetto eccezionale ( parlo da lettore innamorato della saga mutante degli anni che furono ).

Senza contare che gli autori attuali non sono certo in grado di sostenere i ritmi veloci imposti da quella grande struttura decisionale basata sul marketing tout court che è divenuta la Marvel. Per farlo dovrebbero esserci non solo grandi autori capaci di tessere storie ad ampio respiro ma anche personaggi e serie non famose come quelle legate al mondo degli X-Men.

A ogni modo ci sarà data la possibiltà di godere ancora di storie paragonabili a quelle scritte da Claremont tra gli anni ’70 e ’80 del secolo scorso?

Ai posteri l’ardua sentenza.

Nel frattempo lode a Quesada che ha permesso questo piccolo miracolo e…
X-Men Forever!

Screenshot della pagina web di UBC contenente l’articolo
L’articolo originale si trova al link
https://www.ubcfumetti.com/comics/?21027
© CMCT e UBCfumetti

Pubblicato da Claudio Mauricio Crimi Trigona

Scrittore, blogger e sceneggiatore. https://www.cmct.it https://ovviology.wordpress.com/ https://immaginidanzantiworpress.news.blog/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: