Torna Savarese

Un uomo contro la mafia

Mastercomix n. 7: Savarese n. 1
194 pagine, brossurato, bianco e nero, novemre 2012, € 6,90
Editoriale Aurea
Contenete Savarese, Editorial Columba

Questa recensione è di Claudio Mauricio Crimi Trigona
ed è stata pubblicata sul sito UBCfumetti
l’ 1 dicembre 2012

La seguente versione è riveduta e corretta dall’autore

Copertina di
Mastercomix n. 7
Savarese n. 1
Disegno di Domingo Cacho Mandrafina
© 1977 Editorial Columba / 2012 Editoriale Aurea

Riappare all’interno della collana Mastercomix della Aurea Editoriale, Savarese, serie creata da Robin Wood e Domingo Chaco Mandrafina nel 1977 in Argentina, già conosciuto dai lettori italiani perché pubblicato sul settimanale Lanciostory e ripubblicato ciclicamente dall’Eura editoriale.

Savarese è uno di quei fumetti a cui francamente non riesco a resistere. Ogni volta che è comparso in edicola o in libreria ho dovuto comprarlo. È raro trovare fumetti così: l’intensità delle storie, la complessa trama crescente, la psicologia di Giovanni che si evolve da quella di un ragazzino spaurito e senza più nulla fino a diventare quella granitica e imperscrutabile dell’Agente dell’FBI. Wood prende chiaramente spunto da Vito Corleone ideato da Puzo e portato al cinema da Coppola per creare un personaggio altrettanto determinato e, a suo modo, violento ma dedito alla lotta alla criminalità.

Johnny Savarese
Disegno di Disegno di Domingo Cacho Mandrafina
© Editorial Columba

L’epoca e il contesto della genesi dei due personaggi sono infatti identiche: un signore della mafia stermina la famiglia d’origine e per l’unico sopravvissuto non può che iniziare un viaggio lungo ed estremo, non solo geograficamente. Wood si sa è un genio nel costruire storie intricate, al pari dei ben più noti Alejandro Jodorowsky e Alan Moore e in quel primo episodio pone l’attenzione su quella che sarà la motivazione interiore estrema di Johnny Savarese: la gracilità del corpo, l’inutilità dell’intelligenza e dell’onestà di fronte alla soverchiante violenza della lupara e degli interessi dietro di essa. Giovanni viene risparmiato perché nemmeno pericoloso e questo è l’errore tremendo che il mafioso Don Fabio fa in quella terribile notte siciliana. Da quel momento questo sarà il punto di forza del protagonista: l’incrollabile fede nelle proprie capacità. Sarà grazie a questa che l’esile Giovanni Savarese diverrà il terribile Johnny Savarese, capace di sacrificare tutto per portare avanti la sua vendetta, non solo nei confronti dell’ormai decrepito Don Fabio ma anche nei confronti della criminalità organizzata tutta.

Copertina di
Lanciostory n. 5 Anno VIII
dell’8 febbraio 1982
Disegni di Domingo Cacho Mandrafina
© 1977 Editorial Columba / 1982 Eura Editoriale

L’epopea di Savarese è, come quelle di Nippur e di Dago, un gioiello dell’historieta. Le idee delle singole storie non sono mai scontate e l’amore, la passione che l’autore pone nella cura dei dettagli del contesto storico è la solita: stupefacente. Mandrafina poi, col suo tratto particolarissimo fatto di bianchi accecanti e neri totali come la notte, sembra mettere assieme una sequenza di fotografie fatte col flash. Nulla è lasciato al caso.
Un’ opera che è degna d’appartenere alla storia del Fumetto Mondiale.

Copertina di
Euracomix n. 88
Disegni di Domingo Cacho Mandrafina
© 1977 Editorial Columba / 1996 Eura Editoriale

Wood e Mandrafina, per mano di Savarese, lanciano un messaggio. Un messaggio potentissimo che, per chi come me, siciliano e cresciuto all’ombra ambigua della saga corleonese, restituisce al popolo dell’isola più meravigliosamente selvaggia e violenta del mondo quella dignità di cui necessita. Il bene trionfa sempre. Quindi non quella compiaciuta rassegnazione, quella nobilitazione dell’orrore che Coppola costruisce nei tre magnifici e sontuosi episodi de Il Padrino ma la controparte benefica, che vive anche lei nell’oscurità ma che sempre ha ragione sul male,
anche a costo di tremendi sacrifici.
Savarese è questo messaggio. La sua tragica vendetta sulla mafia è il sogno che i siciliani onesti ( molti più di quelli disonesti ) vorrebbero realizzato.

Per sempre.

Screenshot della pagina web di UBC contenente la recensione
originale che si trova al link
http://www.ubcfumetti.com/historietas/?26518
© CMCT e UBCfumetti

Pubblicato da Claudio Mauricio Crimi Trigona

Scrittore, blogger e sceneggiatore. https://www.cmct.it https://ovviology.wordpress.com/ https://immaginidanzantiworpress.news.blog/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: