Avengers Project Fase 2 Scheda 9

Capitan America

Avengers Project è stato ideato e proposto dall’autore a uBCfumetti alla fine del 2005 e doveva comporsi di schede enciclopediche dedicate al gruppo di eroi Marvel

Questa scheda enciclopedica è stata creata da
Claudio Mauricio Crimi Trigona
per il sito UBCfumetti
ed è stata pubblicata l’30 maggio 2006

La seguente versione è riveduta e corretta dall’autore

Captain America
Disegno di Mike Zeck
© Marvel Comics

Nel marzo 1941, sull’onda della propaganda a favore dell’intervento armato nel Secondo Conflitto Mondiale, la Timely ( casa editrice che si trasformerà prima in Atlas e poi nella Marvel Comics ) lancia un nuovo super-eroe chiamato Captain America creato da Joe Simon e Jack Kirby ( Jacob Kurtzberg ). Si tratta di pura propaganda militare, violento, fuori dai canoni classici del super-eroe del periodo. Pervaso da un patriottismo al limite del fanatismo, è un ciclone contro Nazisti e alleati dell’Asse in genere. Epocale il suo scontro con Hitler in persona.

Captain America Comics n. 1
Marzo 1941
Disegno di Jack Kirby
© 1941 Timely / Marvel Comics

Finita la guerra la serie cade presto in disgrazia e la serie viene chiusa.
Si devono aspettare Stan Lee (Stanley Martin Lieber), Jack Kirby e l’avvento dell’Universo Marvel per rivederlo sulle pagine degli Avengers (Avengers Vol.1 n. 4 – marzo 1964).

Avengers vol. 1 n. 4
Marzo 1962
Disegno di Jack Kirby
© 1962 Marvel Comics

Il successo è travolgente soprattutto perché il nuovo Captain America è reso più umano e molto meno fazioso rendendo Steve Rogers un personaggio dall’inossidabile rigore etico. Visto il successo la Marvel decide di dedicargli uno spazio sulla rivista Tales of Suspense ( dal n. 59 – novembre 1964 al 99 – marzo 1968 ) che condivide con Iron Man e dove vive avventure in solitaria.

Tales of Suspense n.59
Novembre 1964
Disegno di Jack Kirby
© 1962 Marvel Comics

Dal numero cento la rivista si chiama Captain America ( Captain America Vol. 2 ) ed é tutta dedicata all’eroe stelle e strisce. Su quelle pagine Kirby lascia andare la sua creatività creando quella sintesi di dinamismo, narrazione concisa, colpi di scena grafica creando quello stile che per le generazioni successive sarà ispirazione e facendo di Captain America uno dei capolavori assoluti della Silver Age.

Tales of Suspense n.59
Tavola 18
Novembre 1964
Disegno di Jack Kirby
© 1962 Marvel Comics

Terminata la gestione Kirby subentra Jim Steranko che, con soli tre numeri ( Captain America Vol. 2 n. 110 – febbraio 1969, 111 – marzo 1969 e 113 – maggio 1969 ) consacra il personaggio al mito. Per questo, successivamente, la serie viene assegnata ad autori del calibro di Gene Colan e John Romita Sr, che ne delineano ulteriormente il personaggio integrandolo nella società degli anni settanta.

Captain America & Falcon
Disegno di Gene Colan
Captain America Vol. 1
Tavola 1
Dicembre 1969
© 1969 Marvel Comics

Dopo un inutile ritorno di Kirby e la crisi del settore, la serie ormai langue ma grazie alla sequenza di racconti di Roger Stern, John Byrne e, soprattutto, Jean Marc DeMatteis che la serie riprende il volo nuovamente. De Matteis contrappone definitivamente l’eroe a un governo incapace di gestire con integrità morale le questioni interne e la politica estera, seguendo così il senso di disagio sociale che molti americani sentono crescere dalla guerra del Vietnam in avanti.

Da sottolineare la rivisitazione dei primi anni della carriera di Cap da parte di Fabian Nicieza & Kevin Maguire sulla miniserie “Adventures of Captain America” ( mini di quattro numeri pubblicata dalla Marvel alla fine del 1991 e in Italia su Star Magazine 18-22 – Star Comics ).America?

Captain America, il fumetto

Golden Age
Durante la seconda guerra mondiale l’esile Steven Grant Rogers, desideroso di servire gli Stati Uniti D’America, subisce la delusione di essere scartato all’arruolamento. Sentendo la frustrazione del giovane, il Generale Chester Philipps lo convince a far parte di un esperimento finalizzato alla creazione di un gruppo di super-soldati. Steve accetta e si sottopone all’esperimento. Immediatamente dopo aver bevuto l’unica fiala di un preparato sperimentale, una spia nazista irrompe nel laboratorio segreto sabotando l’impianto e uccidendo il Professor Reinstein, l’unico depositario della composizione del siero al centro dell’esperimento. Ma il siero ha già fatto effetto sul giovane Rogers rendendolo forte ed agile oltre ogni possibile immaginazione. Vendicato il professore, Steve può finalmente dedicarsi a ciò per cui è stato modificato, combattendo a fianco delle Forze Alleate contro i nazisti con il nome di Captain America ( in Italia Capitan America ). È durante la sua permanenza in Europa che conosce e si prende cura del giovane James Buchanan Barnes chiamato Bucky.
Una sera, accidentalmente, Bucky scopre la doppia vita di Steve e lo convince a prenderlo come spalla, spesso a fianco del super-gruppo gli Invasori ( Invaders ) cui fanno parte anche Namor il principe di Atlantide, la Torcia Umana originale e la sua spalla Toro.

The Invaders
Disegno di Arthur Adams
© Marvel Comics

Silver Age
Durante il tentativo di sabotare un aereo radiocomandato carico di bombe Bucky muore e Steve precipita nelle acque ghiacciate del Mare del Nord. Dopo vent’anni un iracondo Namor scopre un gruppo di esquimesi mentre idolatrano una misteriosa figura umana intrappolata nel ghiaccio. Presala come una mancanza di rispetto, Namor fa fuggire gli indigeni e lancia il blocco di ghiaccio in mare dove viene trascinato a sud dalla corrente.
È li che gli Avengers lo trovano ancora ibernato e ne scoprono l’identità grazie all’inconfondibile costume di Capitan America. Quando Rogers riemerge dal sonno profondo é naturale che accetti di far parte del supergruppo divenendone presto l’elemento principale. Ma il mondo che Capitan America trova è cambiato profondamente e, nonostante l’accoglienza entusiastica, lentamente si rende conto che è impossibile per lui rappresentare una nazione così piena di contraddizioni. Parecchie volte il governo degli Stati Uniti avanza pretese su Steve Rogers e lui, in quei frangenti, decide di non esserne più il simbolo. Per questo, con l’appoggio degli Avengers, di Nick Fury, di Falcon e di Sharon Carter, sua amata, intraprende alcune avventure solitarie nei panni di Nomad e del Capitano.

Nomad
Disegno di Gil Kane
© 1974 Marvel Comics

Durante tutto questo susseguirsi di eventi Steve si è costruita una vita propria come disegnatore freelance. Dopo lo scioglimento degli Avengers crea, assieme a Iron Man, i New Avengers tra cui militano Spider-Man, Wolverine, Luke Cage e la Spider-Woman.

Nota: parecchie persone hanno impersonato Capitan America con gli obiettivi più disparati.

  • Capitan America 2: è il super-eroe Spirito del ’76, che il governo degli Stati Uniti usa come rimpiazzo di Steve Rogers alla fine della Seconda Guerra Mondiale. È il fondatore del gruppo La Squadra dei Vincitori, nato dalle ceneri degli Invasori. Tra le file del gruppo milita Fred Duncan, il secondo Bucky.
  • Capitan America 3: è il super-eroe Patriota. Sostituisce lo Spirito del ’76 alla sua morte.
  • Capitan America 4: è un misterioso individuo che negli anni cinquanta ritrova la formula del siero del Super-soldato. Una volta ricreato il siero lo sperimenta su se stesso e Jack Monroe per diventare i nuovi Capitan America e Bucky. Per un malfunzionamento del siero i due impazziscono e vengono messi in ibernazione dal governo. Risvegliati negli anni sessanta il falso Capitan America affronta l’originale venendone sconfitto. Subito dopo si suicida. Jack Monroe diviene il secondo Nomad
  • Capitan America 5: il suo nome è Roscoe e impersona Cap durante il periodo in cui Steve Rogers veste i panni di Nomad.
  • Capitan America 6: quando per la seconda volta Steve Rogers abbandona le vesti di Capitan America per diventare il Capitano il governo lo sostituisce con John Walker alias il Super-Patriota. Dopo esser stato sconfitto da Cap, Walker diviene U.S. Agent e viene imposto dal governo tra le file dei Vendicatori della Costa Ovest (West Coast Avengers).

Guida alla lettura delle pubblicazioni italiane

Capitan America è stato pubblicato in Italia per la prima volta all’interno della rivista Il Pupazzetto ( edito da Società Editrice del Pupazzetto ) che pubblica nell’estate del 1945 alcuni episodi della Golden Age. Solo negli anni settanta l’ Editoriale Corno dedica a Capitan America una sua serie personale dove vengono pubblicati quasi tutti i 122 numeri Tales of Suspense da 59 a 99 e Captain America Vol. 2 da 100 a 199 ( il numero 61 di ToS è stato pubblicato per la prima volta su Capitan America Gigante n. 1 ), Thor e Capitan America ( da n. 181 a 194 Captain America Vol. 2 da 200 a 214 ), Thor e i Vendicatori ( da n. 211 a 220 e 242/243 Captain America Vol. 2 da 215 a 226 ), Fantastici Quattro prima serie ( nel 258 Captain America Vol. 2 n. 227 ), Settimanale dell’Uomo Ragno ( da n. 23 a 40 Captain America Vol. 2 da 228 a 236 ), Uomo Ragno seconda serie serie ( da n. 51 a 58 Captain America Vol. 2 da 237 a 244 ). Successivamente viene pubblicato su Capitan America & i Vendicatori ( Star Comics ), Thor e Capitan America ( Marvel Italia ), Thor terza Serie ( Marvel Italia ) e Marvel Extra ( Marvel Italia ).
Ristampe
Captian America Vol. 2 viene ristampata in Capitan America Gigante ( 14 numeri ) e Capitan America ( seconda serie ). I primi venti episodi in solitario apparsi su Tales of Suspense compaiono in un volume della collana Grandi Eroi ( Comic Art ). La miniserie Adventures of Captain America è stata ristampata su Heroes Book n. 1 della Marvel Italia.

Screenshot della pagina web di UBC contenente la scheda
La scheda originale si trova al link
http://www.ubcfumetti.com/enciclopedia/?10594
© CMCT e UBCfumetti

Pubblicato da Claudio Mauricio Crimi Trigona

Scrittore, blogger e sceneggiatore. https://www.cmct.it https://ovviology.wordpress.com/ https://immaginidanzantiworpress.news.blog/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: